PETIZIONE PER LA SALVAGUARDIA DEL FIUME CHIESE CONTRO LE SPECULAZIONI A DANNO DELL' AMBIENTE

PETIZIONE PER LA SALVAGUARDIA DEL FIUME CHIESE CONTRO LE SPECULAZIONI A DANNO DELL' AMBIENTE CONTRO LA COSTRUZIONE DELLA CENTRALE IDROELETTRICA DENOMINATA “LA ROCCA”

TESTO DELLA PETIZIONE:

I cittadini sottoscrittori della seguente petizione, venuti a conoscenza che è stata avviata la procedura per l’Autorizzazione Unica ai sensi dell’art. 27-bis del D.Lgs n. 152/2006 e s.m.i. di un impianto idroelettrico denominato “Centralina La Rocca” sul fiume Chiese nel Comune di Sabbio Chiese proposta dalla società MOLA ENERGIE SRL, si esprimono contro qualsiasi progetto di derivazione e a favore del mantenimento allo stato naturale di questo fiume sulla base delle seguenti considerazioni:

- Il tratto di fiume Chiese interessato dall’intervento si trova in condizioni di elevata naturalità: mantenerlo intatto e preservarlo da interventi speculativi diventa dunque esempio di gestione lungimirante del territorio. L'area del fiume Chiese nel tratto che attraversa l’abitato, che si snoda intorno e sotto la Rocca, si distingue come luogo storico caratteristico e come luogo di valorizzazione territoriale. La creazione di uno sbarramento, che comporta l’innalzamento dell’alveo di 3,00 mt., modificherebbe i caratteri paesaggistici dell’ambito territoriale interessato.

- La tipologia di sbarramento messo in opera presuppone una gestione degli eventuali fattori di rischio idraulico e delle fasi di emergenza che non sempre possono essere previste e analizzate, in considerazione della particolare collocazione della centralina nel pieno centro abitato, in una zona di esondazione naturale del fiume Chiese, così come indicato nello studio del Piano di Assestamento Idrogeologico di Regione Lombardia.

- L’intervento determinerà un elevato impatto ambientale con effetti disastrosi e alterazioni degli ecosistemi fluviali e sulla fauna ittica.

- Nel tratto interessato dall’intervento, l’innalzamento del livello condizionato dallo sbarramento causerà, oltre al ristagno d’acqua, anche difficoltà allo sversamento degli sfioratori della rete fognaria a fiume in caso di malfunzionamento del sistema di collettamento della Media Valle Sabbia e degli scarichi fognari apportati dal torrente Trinolo, con conseguenti criticità sulla salute pubblica ad oggi non valutate.

- In termini economici, l’incentivo ai piccoli impianti di produzione idroelettrica non ha giustificazione, se non l’arricchimento del singolo produttore a spese dei cittadini: senza incentivi questi progetti non sarebbero economicamente sostenibili.

- La realizzazione della centralina nella zona interessata dal progetto sarebbe uno sfregio alla natura e lesivo di un territorio che invece va difeso, tutelato e preservato per la sua bellezza e peculiarità.

Per noi il fiume Chiese è luogo del rispetto, luogo della vita!

Sabbio Chiese, 04 Novembre 2021

I sottoscrittori, consapevoli delle sanzioni penali previste per il caso di dichiarazione non veritiera, di formazione e di uso di atti falsi, così come stabilito dall'art. 76 del D.P.R. n. 445/2000, rilasciano le seguenti dichiarazioni in merito a cittadinanza, luogo, data di nascita e residenza ai sensi e per gli effetti dell'art. 46 D.P.R. n. 445/2000. I sottoscrittori con la medesima firma con cui aderiscono alla petizione autocertificano contestualmente anche i dati relativi a cittadinanza, nascita e residenza.
I sottoscritti firmatari sono informati che il promotore della sottoscrizione è il Comune di Sabbio Chiese e che i dati raccolti saranno utilizzati soltanto per le finalità della petizione. I sottoscritti firmatari autorizzano il trattamento dei dati personali in conformità al D.Lgs. 196/2003